Crostata con crema al pistacchio e fragole

Questa settimana ho compiuto gli anni e sono ufficialmente più vicina ai 40 che ai 30, sigh!  😯
Per l’occasione avevo preparato una caprese al limone e cioccolato bianco , ma diciamo che c’è stato qualche problema tecnico e che le galline di mia mamma hanno molto apprezzato (un po’ meno io che non ho portato nessun dolce in ufficio per festeggiare).
Così mi consolo pubblicando la ricetta di questa crostata, fatta un po’ di tempo fa, ma ancora ricordo quanto fosse buona!

RICETTA – Crostata con crema al pistacchio e fragola

La base della crostata è questa, semplice e veloce.
Intanto preparare la crema pasticcera al pistacchio (la ricetta è di mia mamma, un po’ modificata da me).

  • 250 ml di latte 
  • 2 tuorli
  • 40 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di maizena
  • 1/2 cucchiaino di estratto alla vaniglia
  • crema al pistacchio q.b.

Portare a bollore il latte in un pentolino.
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero e la vaniglia.
Aggiungere la maizena e mescolare bene.
Quando il latte bolle, aggiungere l’impasto di uova e maizena.
Mescolare bene finchè non si addensa (ci vorranno un paio di minuti).
Lasciar raffreddare leggermente con una pellicola sopra (attaccata alla crema in modo che non formi la pellicina).
Quando la crema è ancora tiepida aggiungere 2/3 cucchiai di crema al pistacchio (o anche di più, dipende dai gusti).

Dopo aver fatto riposare la pasta in frigo, stenderla circa a 3 mm e trasferirla nello stampo da 24 cm (ma va bene anche da 26).
Aggiungere la crema pasticcera alla crostata, fare delle piccole decorazioni con l’impasto avanzato ma non la classica griglia, perchè a freddo ci va un’altra crema (io ho fatto delle stelline, ma potete anche ometterle) e cuocere a 180° ventilato per circa 35-40 minuti.

Nel frattempo preparare al crema all’acqua alla fragola, senza uova(ricetta presa da Chiara Passion ).

  • 250 ml di acqua
  • 120 gr di zucchero (potete aumentare se la volete più dolce)
  • 50 g di amido di mais o di frumento
  • 8/9 fragole (circa 150 gr di polpa filtrata, per non avere i semini)

Frullare le fragole e filtrate con un colino per eliminare tutti i semini.
A freddo in un pentolino mescolare l’amido setacciato, lo zucchero e l’acqua.
Aggiungere il succo delle fragole e cuocere fino al bollore.
La crema inizierà a diventare gelatinosa, quasi come una marmellata.
Spegnere e versare la crema in una ciotola.
Se la volete ancora più rossa potete aggiungere pochissimo colorante rosso (io l’ho lasciata al naturale, ma dipende anche dal tipo di fragole che avete).
Far raffreddare coperta con pellicola alimentare.
Quando la crostata e la crema alle fragole saranno fredde, spalmare la crema sopra alla crema pasticcera.
Decorare con pistacchi e fragole fresche.

In realtà la ricetta sembra più complicata di quello che è.
Potete sempre preparare tutti gli impasti anche il giorno prima, e cuocerli quando avrete tempo.
E poi la bontà di questa crostata compenserà il lavoro un po’ lungo .

About Laura

Amo cucinare, amo fare dolci, amo leggere, viaggiare tramite la fantasia o prendere un aereo e vedere nuovi posti, nuova gente e provare nuovo cibo! Amo fotografare (anche se non sono proprio brava), amo gli animali, in special modo i miei..in parole povere, amo la vita!! Laura
2 Comments
POSTED IN:


2 Responses to Crostata con crema al pistacchio e fragole

  1. intanto ancora auguri anche se in ritardo! poi, anche io mi sto avvicinando più ai 40 che ai 30, ma siamo giovani dentro no??? 😀
    Che problemi tecnici hai avuto?? Mi hai incuriosito! 🙂
    Cmq, hai rimediato (almeno qui) con una signora crostata che non ci lascia certo a bocca asciutta!

    • Laura says:

      Grazie mille!!!E certo…l’importante è rimanere giovani dentro 😀
      I problemi tecnici sono stati caprese lievitata troppo e uscita nel forno, allo stesso tempo sopra ha formato una mega crosta ma dentro è rimasta praticamente cruda nonostante 1 ora e 1/2 di cottura, un vero disastro!!(e pure come gusto era abbastanza cattiva)
      Grazie mille per i complimenti e buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *