Tag Archives: Senza Lattosio

Naked Cake alla ricotta e arancia

Oggi giornata uggiosa, sembra autunno, anche se so che sulle montagne nevica…benvenuta primavera!!!
Per consolarci vi lascio con questa ricetta, una ricetta semplice e buonissima!
Ho voluto provare una naked cake, cioè una torta nuda, senza
copertura laterale, in modo che si possa vedere la crema, cosa molto golosa
secondo me!

(altro…)


Sacher

Oggi è tornata la neve, nel mio paese almeno..qui invece
guardo fuori dalla finestra dell’ufficio e piove…una tristezza!!! L
Non sono una grande amante della pioggia e del grigiore che
ci sta attorno, ma sono un’amante della neve, del colore candido che lascia
tutto intorno e della bellezza che lascia dopo esser caduta..anche se siamo al
16 di marzo…
E dato che il tempo è così, non c’è niente di meglio che
rifarsi con una buonissima torta al cioccolato..e cosa c’è di meglio di una
Sacher??
La ricetta della base è di Knam, il Re del cioccolato, mentre la glassa l’ho presa
da lei.
Risultato ottimo, finita subito e da replicare
immediatamente! J

(altro…)


Torta mimosa senza lattosio

Amate, rispettate la donna. Non
cercate in essa solamente un conforto, ma una forza, una ispirazione, un
raddoppiamento delle vostre facoltà intellettuali e morali. Cancellate dalla
vostra mente ogni idea di superiorità: non ne avete alcuna. Un lungo pregiudizio
ha creato, con una educazione disuguale e una perenne oppressione di leggi,
quell’apparente inferiorità intellettuale, dalla quale oggi argomentano per
mantenere l’oppressione. (Giuseppe Mazzini)

(altro…)


Torta di mele alla ricotta, senza sensi di colpa!

La torta di mele…
Chi non ama la torta di mele?
Piace perché ti fa sentire meno in colpa quando la mangi
piace perché ne esistono 1000 versioni, una più buona dell’altra
piace perché è fresca e gustosa allo stesso tempo
piace perché sa di casa, punto.

 

Ovviamente a casa mia si mangia perlopiù lo Strudel, ma mi
piace fare torte di mele sempre diverse, come questa, o questo, o in versione cupcake.
Perciò quando mi sono imbattuta in questa sua ricetta non ho saputo resistere!!!
Ok, lo ammetto principalmente amo le foto che fa e praticamente tutti i suoi dolci, perciò ho voluto iniziare con una torta semplice, buona e cercando di fare delle foto perlomeno decenti!

 

Ingredienti (teglia da 24 cm)
3 uova grandi
3 mele golden
200 gr di ricotta (per me senza lattosio, non è buona come quella fresca ma almeno posso mangiarla)
la scorza di 1 limone
80 gr di farina di mais (quella della polenta)
130 gr di farina 00
130 gr di zucchero (meglio di canna, ma io non lo avevo)
100 gr di sciroppo d’acero
1/2 bustina di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di cannella
1 pugno di uvetta, lasciata ammollare nell’acqua tiepida
Montare le uova con lo sciroppo d’acero, finché saranno belle gonfie e spumose.
Mescolare bene la ricotta con lo zucchero, finché non sarà ben amalgamato e liscio.
Aggiungere le uova alla ricotta con movimenti dall’alto verso il basso per non smontare tutto.
A questo punto aggiungere le farine, precedentemente setacciate, l’ uvetta, la scorza del limone e 2/3 delle mele tagliate a spicchi sottili.
Trasferire tutti in una teglia e decorare con le mele rimaste e qualche pinolo.
Spolverizzare il tutto con un po’ di zucchero e  infornare a 180° per 50/55 minuti (fate sempre la prova stecchino).
Sfornare e lasciarla raffreddare, resistendo all’impulso di assaggiarla subito!
E’ una torta che si fa mangiare molto volentieri, e non avendo ne’ burro, ne’ olio e poco zucchero non fa nemmeno poi tanto male 🙂 Anzi, una mela al giorno toglie il medico di torno!
Laura ***

Foresta Nera per San Valentino

Sabato è stato San Valentino, la festa degli innamorati…
Io non sono una persona molto espansiva, che dimostra i
sentimenti, anzi..
Lui invece si, e ci tiene a festeggiare e regalarmi le rose,
che ovviamente apprezzo tantissimo J
Io dimostro l’affetto e i sentimenti con i dolci, la cosa
che mi riesce meglio e allora perché non fare una torta tutta per lui?
Ero indecisa su cosa fare, ma avendo poco tempo a
disposizione sono andata su un classico..la Foresta Nera!
La ricetta del pan di spagna l’ ho presa da Knam, e devo
dire che era molto buono!
Per il resto sono andata secondo quanto mi ha insegnato mia
mamma, relativamente a questa torta buonissima, che da noi trovi ovunque!
(anche se avrei voluto provare la mousse al cioccolato..)

Ingredienti (per uno stampo da 24 cm, io ho fatto un cuore grande
circa 25 cm + una teglia da 16 cm)
Per la base:
200 gr di uova (circa 4 uova medie)
150 gr di zucchero semolato
85 gr di farina 00
45 gr di fecola di patate
30 gr di cacao amaro
Per la crema:
300 ml di panna da montare (per me vegetale)
1 bacello di vaniglia
4 cucchiai di zucchero
Amarene q.b.
Scagliette di cioccolato fondente q.b.
Per la bagna:
Succo delle amarene
2 cucchiai di acqua
Con le fruste montare le uova con lo zucchero finchè non
diventano spumose e triplicano il loro volume (minimo 10-15 minuti).
Quando le uova saranno ben montate lasciarle girare 2 minuti
a velocità ridotta.
Aggiungere piano la farina, precedentemente setacciata con
la fecola e il cacao.
Mescolare delicatamente dal basso verso l’alto.
Quando tutta la farina sarà ben amalgamata, trasferire il
composto nella teglia imburrata e infarinata.
Cuocere a 180° per 25-30 minuti (tenete controllato con uno
stuzzicadenti).
Quando la torta è pronta farla raffreddare su una griglia.
Nel frattempo montare la panna ben fredda con i semi della
vaniglia.
Far scolare le amarene dal loro succo.
Prendere lo sciroppo e allungarlo con un po’ d’acqua.
Tagliare la torta a metà e bagnare bene i dischi di pan di
spagna.
Aggiungere la panna con una spatola o la sach a poche.
Disporre sopra le amarene (in base al gusto, ma non troppe
per non coprire tutti i sapori) e le scagliette di cioccolato.
Chiudere con il pan di spagna e stendere la panna sullo
strato superiore della torta.
Decorare con amarene e scagliette di cioccolato.
La mia è una Foresta Nera molto casalinga, ma che alla fine
piace tantissimo!!
Un consiglio, fatela almeno il giorno prima, in modo che il
pan di spagna si impregni bene del succo di amarene e tutti i sapori siano ben
amalgamati!
Con questo post partecipo al Giveaway di Dolcizie, augurandole tanti tanti auguri per il suo compleanno e per il blog!! 🙂

Laura ***

I savoiardi

Ci sono giorni in cui le persone che non ci sono più (e nel
mio caso anche gli animali) ti mancano più di altri…non che gli altri giorni
non ci pensi, ma a volte la mancanza la senti di più.
Grazie al cielo non ho tante persone che non ci sono più, ma
mio nonno mi manca.
Mi manca, ma allo stesso tempo lo sento sempre vicino che
con la sua forza e il suo coraggio ci aiuta tutti ad andare avanti in questo
duro mondo.
A lui e a mia nonna, che con la sua tenacia e forza mi sta
dimostrando che la loro era una generazione di persone forti, coraggiose e con
dei valori incrollabili, tutto quello che ormai al giorno d’oggi a tante
persone manca, a loro voglio dedicare questa ricetta, perché i savoiardi erano
i biscotti che mangiava sempre lui, e quando ogni tanto glieli facevo era
felice! J

La ricetta l’ ho presa da lei
Ingredienti:
3 uova
75 gr di zuccheri semolato
95 gr di farina setacciata
30 gr di zucchero a velo
Preriscaldare il forno a 170° ventilato.
Separare gli albumi dai tuorli.
Montare gli albumi finché sono belli gonfi, e sempre
montando con le fruste aggiungere gradualmente lo zucchero semolato.
Con una forchetta sbattere leggermente i tuorli, ed
aggiungerli agli albumi mescolando delicatamente (e sempre dal basso verso l’alto
per non smontarli).
Aggiungere alle uova la farina, sempre setacciata e con
delicatezza.
A questo punto trasferire l’impasto in una sac a poche con
punta tonda (o semplicemente tagliando la punta della sac a poche) e fare dei
piccoli vermicelli larghi circa 1.5 cm (poi in cottura un po’ si allargano) e
lunghi circa 10 cm (ma potete anche farli tondi o della forma che volete).
Cospargere i biscotti con metà dello zucchero a velo e
lasciar riposare per 5 minuti.
Dopo che lo zucchero sarà diventato trasparente e avrà reso
il savoiardo lucido, cospargere lo zucchero rimanente.
Infornare e cuocere per circa 10 minuti (se fate due teglie,
dopo 10 minuti invertitele).
Una volta cotti lasciar raffreddare per circa 5 minuti sulla
teglia e poi metterli su una griglia finché non sono completamente freddi.
Vedrete sono buonissimi!!
Io ci ho fatto un semplice tiramisù, ma la differenza nei
biscotti si sente!

Laura ***